SACCON

Saccon Beniamino e Sanson Teresa

Anni 1940 – Saccon Mario (foto eseguita a Conegliano presso li studio fotografico G.Galifi a Conegliano)

Una giovane Saccon MariaLuisa con il figlio Marco

SACCON BENIAMINO n. ………… m. …………

SANSON TERESA n. 25/12/1902 a San Paolo (Brasile) m. 23/11/1998

Si sposarono a Conegliano il 15/11/1933

Stefano Saccon così racconta la vita della sua famiglia: “Beniamino a causa della mancanza di lavoro dovette partire per l’Africa, vi rimase 2 anni, ma purtroppo si ammalò e dovette tornare in Italia. Il 14 agosto del 1936 nacque Mario e dopo 4 anni, nel 1940 nacque la sorella Maria Luisa.
Nel 1948 la famiglia di Beniamino si trasferì nella Valle di Argenta, in Emilia Romagna.

Mario iniziò il mestiere di falegname, ma pur avendo imparato bene il lavoro, dovette abbandonarlo per lo scarso guadagno, e si dedicò al lavoro dei campi, inserendosi in una cooperativa di lavoro.

Il lavoro in campagna era molto duro, purtroppo a causa degli sforzi continui, si fece male alla schiena, e fu costretto a cambiare nuovamente lavoro; iniziò a fare il camionista. Fu proprio per una commessa di lavoro che incontrò Giuliana, si frequentarono e dopo due anni si sposarono a Spazzata Sassatelli (1964).

Nel 1966 nacque Gloria, poco dopo nacque Oscar (1968), e nel 1970 nacque Stefano. Nel 1970 Teresa, Beniamino, la Luisa con suo marito Ugo Ricci, il figlio Marco e la sorella Santina, partirono per Gallarate dove tramite una cugina di Luisa trovarono una casa. Nel frattempo Mario con la famiglia si trasferì nel comune di Imola, in una piccola frazione che si chiama Balia, in campagna, dove nel 1974 nacque Fabrizio.

Nel 1977 si trasferirono definitivamente nella città di Imola, dove rimasero per crescere i propri figli, e dove Mario potè proseguire nel proprio lavoro di asfaltatore di strade come dipendente della ditta A.G.E.S. strade. Mario – il 05/12/2006 – a causa di una brutta malattia lasciò la sua famiglia. Il 19/02/2009 ci lasciò per sempre anche Maria Luisa.

Mario nei ricordi ancora vivi di zia Enrichetta:
“Mario rimase a Conegliano con la nonna Catina sino all’età di circa 6/7 anni. Assieme al mio fratello Tony accudivamo Mario come fosse nostro figlio. A Conegliano frequentò la 1° elementare. Poi il conflitto della 2° guerra mondiale e i continui bombardamenti che colpivano la stazione e la città di Conegliano indussero la nonna Catina a decidere di riportare Mario nel Ferrarese presso la sua famiglia naturale”

Continuando nel suo racconto – la zia Enrichetta – ricorda che Mario ritornò poi a Conegliano.
Ora la guerra stava terminando e Conegliano si stava rapidamente ricostruendo con la nascita e la crescita di importanti realtà industriali.

In questo periodo Mario completò gli studi.
Lo zio Tony avrebbe voluto trattenere ancora Mario a Conegliano per un ulteriore frequenza scolastica superiore e poi magari inserirlo nel mondo lavorativo, ma dovette accettare la decisione dei genitori che riportarono Mario nella sua famiglia di origine. Da questa breve sintesi si può comprendere la grande nostalgia che per sempre ha legato Mario alla sua nonna Catina e alla città di Conegliano.

La zia Enrichetta ricorda che anche Maria Luisa – per qualche periodo – soggiornò a Conegliano presso la nonna Catina. “Era una bellissima bambina” – ricorda la zia – “..ma era anche molto vivace e provvista di una sorprendente battuta verbale”.

GALLERY

Primi anni 1940 – Mario Saccon (a dx) sul cortile difronte alla cantina della casa colonica dei Sanson in Via C.Battisti a Conegliano.
Durante la 2a guerra mondiale, queste cantine subirono un duro bombardamento. (Tony Sanson ricordava che dal calore provocato si fuse anche la parte in ferro del grande “torcio”.)

Conegliano sempre nel cuore di Mario Saccon

Saccon Mario con la figlia Gloria (di 5 mesi)

Certificato di nascita di Sanson Teresa, nata a Limeira
(Stato di San Paolo, Brasile ) il 25 Dicembre del 1902.

Scopri le altre famiglie:

PIZZOL

SANSON

CONTATTACI

Sei interessato al libro?

Hai bisogno di assistenza per procedere con l’acquisto?

Siamo a tua disposizione!